Come ricaricare correttamente la batteria

11.10.2019

La batteria del tuo telefono ti sembra peggiorare nel tempo? 

All'inizio una ricarica potrebbe durarti fino alla sera tardi, ma col passare del tempo scopri che la batteria inizia ad essere completamente scarica già per l'ora di pranzo.

In parte è perché il tuo uso del telefono: le app che installi, i file spazzatura che raccogli, le personalizzazioni che fai e le sempre più notifiche che ricevi, mettono a dura prova la durata la batteria.

Ma l'altra cosa da considerare è che le batterie del telefono si degradano con il passare del tempo, il che significa che sono sempre meno in grado di mantenere la stessa quantità di energia. Anche se i produttori dichiarano che le batterie dovrebbero avere una durata compresa tra i tre e i cinque anni o tra i 500 e i 1000 cicli di ricarica, una batteria del telefono di cinque anni non funzionerà mai come una batteria nuova di zecca.

Tuttavia, grazie ai nostri suggerimenti per la migliore pratica di cura della batteria, puoi mantenere la batteria del tuo smartphone molto più a lungo.

Quando e per quanto devo caricare il mio telefono?

La regola d'oro è mantenere la carica della tra il 50 e il 90% per la maggior parte del tempo. Quindi ricaricalo quando scende al di sotto del 50%, ma scollegalo prima che raggiunga il 100%.

Fare una ricarica completa al telefono se necessario non è fatale per la batteria, ma fare una ricarica completa ogni volta che si mette carica ne ridurrà notevolmente la durata nel tempo.

Devo caricare il telefono durante la notte?

Di norma è meglio evitare, nonostante la comodità di svegliarsi con una batteria piena al mattino. 

Ogni carica completa viene considerata come un ciclo ed il telefono è progettato per durare solo per un determinato numero di questi.

Nonostante la maggior parte degli smartphone moderni abbia sensori integrati per interrompere la ricarica quando raggiungono il 100% è comunque preferibile scollegare il telefono dall'alimentazione prima che la batteria raggiunga tale valore di carica, per evitare surriscaldamenti e inutili consumi di corrente elettrica.