Recensione Macbook Pro 16 2019

15.01.2021

Negli ultimi dieci anni ho visto andare e venire i progetti di MacBook. Il MacBook da 12 pollici è scomparso silenziosamente dopo tre generazioni; i MacBook da 13 pollici in plastica (Apple preferiva dire "policarbonato") sono stati sostituiti dall'alluminio, e sono anche abbastanza vecchio da ricordare il MacBook Pro da 17 pollici uscito in ritardo, e ritirato nel 2012 dopo anni di drammaticità.

Ma un prodotto che pensavo fosse rimasto per molto tempo era il MacBook Pro da 15 pollici. Questo laptop più mainstream è in circolazione dal 2006 e da allora ho rivisto quasi ogni aggiornamento e sviluppo. E mentre sapevamo tutti che stava arrivando un MacBook da 16 pollici, il fatto che sostituisca completamente la versione da 15 pollici - lasciando Apple senza un laptop da 15 pollici nella sua attuale gamma - è ancora uno shock per il sistema.
Il nuovo MacBook Pro da 16 pollici unisce in un unico dispositivo tutte le funzionalità di maggior successo dei vari MacBook. 

La forma, le dimensioni e il peso del corpo sono molto simili al Pro da 15 pollici, uno standard consolidato per i laptop di fascia alta che sono per lo più rilegati sulla scrivania ma a volte vengono anche usati in mobilità. Lo schermo è più vicino al MacBook Pro da 17 pollici. Il display Retina ha una risoluzione di 3.072x1.920 rendendolo uno dei migliori schermi della categoria.


E forse la cosa più importante, la tastiera è ... diversa. No, non è la classica tastiera per MacBook Pro di un tempo. Francamente, non è mai stata così bella come tastiera. Non è nemmeno la tastiera dal meccanismo a farfalla ultrapiatta che lentamente si è presentata in ogni MacBook dal 2015. Apple afferma che questa nuova versione si basa sulla tastiera Magic che l'azienda include con i suoi desktop iMac e vende anche separatamente (insieme a Magic Mouse e Magic Trackpad).
In questa analisi mi concentrerò su alcune aree chiave, tra cui la tastiera, la Touch Bar e la batteria.
Dopo un solo giorno di digitazione sulla nuova tastiera in stile Magic sul MacBook Pro da 16 pollici, posso assolutamente affermare che la nuova tastiera è decisamente migliore, il che non è un elogio che offro alla leggera. Detto in altro modo, il mio primo pensiero, questa mattina presto durante la digitazione di questa recensione sul Pro da 16 pollici, è stato: "Dove diavolo è stata questa tastiera negli ultimi quattro anni?"
La sensazione è decisamente più vicina alla moderna tastiera del MacBook che a quella classica. Vedendoli tutti e tre fianco a fianco, assomiglia più al design a farfalla, con tasti larghi e bassi. Semmai, questo nuovo design fonde i due, con tasti più piccoli nella superficie rispetto alla versione a farfalla, ma più grandi della versione vecchia scuola. Allo stesso modo, la corsa dei tasti (un termine spesso usato come scorciatoia per capire fino a che punto si può premere un tasto della tastiera, anche se è davvero la distanza prima dell'attivazione della pressione di un tasto) è un sentimento sostanziale di 1 mm, che sembra essere la distanza migliore in assoluto. 

Una nuova cupola di gomma è sotto ogni tasto e i singoli cappucci possono essere rimossi e sostituiti (non l'ho ancora provato), il che dovrebbe almeno mitigare eventuali problemi di polvere e detriti che causano il bloccaggio dei tasti.
Tuttavia, la pace deve ancora essere ripristinata nella galassia della tastiera del MacBook. Benvenuti nel fantastico mondo di ... frammentazione della tastiera! Ora il MacBook Pro da 16 pollici ha questa tastiera nuova e migliorata, mentre il MacBook Air e il MacBook Pro da 13 pollici hanno entrambi la versione a farfalla chiaramente inferiore. L'unico motivo per cui non c'è più confusione sulla tastiera del MacBook è che questi sono gli unici MacBook rimasti dopo la rimozione dal catalogo dei macbook da 12 e 15 pollici quest'anno. Ciò rende automaticamente l'acquisto di MacBook Air o MacBook Pro da 13 pollici un'esperienza compromessa, in quanto esiste una probabilità del 99,9% che questo nuovo stile di tastiera arriverà su quei sistemi nel prossimo anno.
Con tutte le chiacchiere sulla tastiera, vale la pena notare che l'ampio trackpad, già un punto culminante del MacBook, è invariato ed è ancora enorme, anche abbinato a uno schermo da 16 pollici.

Gli schermi diventano più grandi, i processori diventano più potenti e la grafica viene potenziata. È tutto fantastico, ma anche una contraddizione per una maggiore durata della batteria, un punto di forza chiave per qualsiasi laptop. Le CPU e altri componenti possono diventare più efficienti dal punto di vista energetico, con maggiori prestazioni per watt, le modifiche del sistema operativo possono gestire meglio la durata della batteria e anche i display a basso consumo possono aggiungere ore di durata extra.
Ma il modo più affidabile per aumentare la durata della batteria è montare una batteria più grande. Il nuovo MacBook Pro da 16 pollici alza l'asticella con una batteria da 100 wattora (composta da quattro celle singole) e una promessa di 11 ore di durata della batteria, fino a un'ora in più rispetto al precedente Pro da 15 pollici.
Dobbiamo ancora testare la durata della batteria nel nuovo MacBook Pro e aggiorneremo questa recensione quando l'avremo fatto in modo approfondito. In poche parole il nuovo MacBook Pro da 16 pollici, posso dire che sembra più grande del modello da 15 pollici che sostituisce, sia in termini di dimensioni dello schermo che di ingombro. Non di molto, ma sembra sicuramente meno portatile e sembra più un laptop da scrivania.
La tastiera è straordinariamente diversa, migliore sia della versione farfalla che della classica versione pre-2015. È anche meno rumoroso.
Ci vorranno più di alcuni giorni per giungere a una conclusione definitiva a riguardo, ma c'è una buona possibilità che il nuovo MacBook da 16 pollici sia il laptop con l'autonomia migliore sul mercato. Il MacBook Pro più recente che abbiamo testato era il modello da 13 pollici del 2018, che è durato 10 ore e 39 minuti nel nostro test della batteria di streaming video.